Vittorio Cacciafesta

PROCEDURE TERAPEUTICHE >> ORTODONZIA PER BAMBINI

Di primaria importanza per la cura delle malocclusioni è la diagnosi precoce del difetto. Dobbiamo sempre tenere presente che è meglio prevenire che curare. Una terapia precoce può di fatto intercettare l’instaurarsi di molte malocclusioni. L’ortodontista è in grado di riconoscere la causa delle disarmonie cranio-facciali, delle malocclusioni dentali e delle disfunzioni muscolari e quindi è in grado di intervenire per eliminarle. Una visita precoce, entro massimo i primi 5-6 anni di vita, è dunque importantissima per verificare se esiste una buona armonia tra le componenti anatomiche e dentali che costituiscono l’architettura cranio-facciale. Se per caso ciò non fosse, è essenziale intervenire quanto prima possibile per ristabilire un giusto equilibrio e raggiungere una corretta occlusione. Nella dentatura del bambino si possono riscontrare molte situazioni patologiche (abitudini viziate, tipologia facciale, familiarità) che devono essere gestite dall'ortodontista. L'ignorare tali condizioni comporterebbe senz'altro l'insorgenza di una malocclusione; la loro intercettazione è il modo per assicurare lo sviluppo di una buona occlusione.

In alcuni casi la terapia ortodontica precoce, pur migliorando la situazione in generale, non riesce a risolverla completamente e sarà quindi necessario programmare una terapia ortodontica con apparecchiature fisse multi-bracket che porti alla correzione definitiva in dentatura permanente, cioè dopo gli 11-12 anni.